giovedì 10 aprile 2014

Un caffè in compagnia senza ladro e senza spia - Con Caffè Musetti


Leggendo il mio titolo qualcuno può pensare questa è fuori di melone, ma chi mi conosce bene e chi segue il mio blog, sa che mi piace scherzare su tutto, entro naturalmente i limiti.

Sapete anche che adoro il caffè in tutti i suoi gusti, per me è un piacevole risveglio al mattino e una piacevole tentazione dopo pranzo.

Quando ero ragazza e stavo all'università parlando con la mia adorata nonna mi diceva hai fatto il cafficcio, e quando le rispondevo positivo lei mi diceva buono buono sento anche l'odore per telefono, cgni volta che sento il gradevole profumo mi vengono in ment questi bellissimi ricordi.

Ringrazio la Ditta Caffè Musetti per la gentile collaborazione ora vi faccio vedere cosa mi hanno inviato






Musetti Mio Espresso caffè 100% arabica
















Musetti Caffè Decaffeinato












 

Musetti caffè arabica macinato Limited Edition














 
Musetti Easy Espresso
Capsule adatte per una lunga conservazione garantiscono un 'ottima qualità vi sembrerà di prendere il caffè al Bar, le capuse sono compatibili per macchine Essenza di prodouzione Nespresso, Citiz, Lattisima, Pixi





 Chicchi ricoperti di cioccolato

Sono dei gustosi chicchi di caffè ricoperti con cioccolato fondente













Cialda Miscela Decaffeinato









Cialda Miscela di Caffè Paradiso











Cialda Miscela Cremosissimo











Riallacciandomi al titolo del mio post, il caffè l ho bevuto in compagnia della mia vicina di casa quando mi ha portato questo delizioso rotolo alla marmellata di pesche e alchermes, il ladro e la spia li ho mandati al bar!!!!!!!!


Ho deciso di gustarci la miscela di caffè paradiso, con una spruzzatina di panna


Ha un profumo delizioso e un gusto instenso, accompagnato da una fettina di torta il massimo!!!!!!!
 

E ora vi parlo un po' della Ditta Caffè Musetti


L'inizio: 1934
Luigi Musetti fonda "La casa del caffè" un negozio nel centro cittadino di Piacenza, in via Garibaldi 14.
Con cura e pazienza preparava il primo caffè Musetti in una piccola macchina tostatrice e lo vendeva al pubblico.

Seconda guerra mondiale
Lo stato sequestra il caffè Musetti. Un periodo di fatica e di miseria sotto i bombardamenti, nei rifugi.

La ricostruzione
Terminata la guerra Luigi Musetti inizia ad espandere la sua attività. La voglia di progresso è tanta, le città sono in espansione e si ritorna a sorridere. Così iniziano a partire le prime auto, le mitiche "Giardinette", da via Garibaldi per raggiungere i paesi sperduti dell'appennino ed i bar della provincia.
Luigi Musetti con la moglie Dina e i due figli Lucia ed Achille lavorano senza sosta per raggiungere il loro sogno.

1960 La prima grande sede: una nuova era.
Il ministro Umberto Tupini insieme all'allora senatore piacentino Alfredo Conti partecipano all'inaugurazione della nuova sede Musetti in Viale Sant'Ambrogio, accanto ad uno dei primi stabilimenti tipografici piacentini. Con essa la famiglia Musetti intraprende Un nuovo modo di lavorare e i suoi obiettivi diventano sempre più vicini e tangibili.

I viaggi di Musetti.
Luigi Musetti era un uomo che pensava in grande ed era consapevole che la passione del caffè lo avrebbe portato lontano. Gli anni 70 vedono la partecipazione alla prima fiera importante e purtroppo la grave malattia e la successiva scomparsa del fondatore. Achille Musetti si prenderà ancor di più a cuore le sorti dell'azienda iniziando a viaggiare ed a creare una rete di contatti che lo porterà piano piano nel tempo ad esportare il proprio prodotto all'estero.
Francia, Stati Uniti, Giappone, Inghilterra...Musetti si appresta a diventare un marchio di qualità da esportare sempre più lontano.

1980 Nasce il consorzio Piacenza Alimentare
Nato nel 1980 per iniziativa della Camera di Commercio locale, il Consorzio Piacenza Alimentare ha assunto un ruolo fondamentale nell'economia piacentina, avviando il processo di internazionalizzazione delle piccole e medie imprese piacentine del comparto agro-alimentare, interessate ad esportare i loro prodotti.
Attualmente comprende settantacinque aziende, note per serietà e tradizione, ma, in special modo, per la bontà dei loro prodotti, tra cui alcuni garantiti dagli appositi Consorzi di Tutela.
Achille Musetti, da sempre proiettato al futuro, fa aderire la Torrefazione Musetti al Consorzio incrementando così la visibilità del proprio brand e continuando il lavoro del padre sui mercati esteri.

2003: lo stabilimento
Dal 2003 Musetti si traferisce a Pontenure, paese in provincia di Piacenza. Qui costruisce un moderno stabilimento dove le innovazioni tecnologiche gli permettono di offrire una qualità sempre più elevata di caffè e di avere maggior controllo sulla materia prima. Mettono a punto un metodo di confezionamento in sottovuoto ed atmosfera protettiva per mantenere più a lungo l'aroma e il profumo del vero espresso all'italiana.
Viene aperta anche la scuola italiana per professionisti del caffè con responsabile il famoso barman Luigi Lupi. Baristi da tutto il mondo imparano i segreti dell'espresso all'italiana, del decoro e dei cocktail al caffè.

2009: La torrefazione Musetti festeggia i 75 anni di attività.

Ad oggi
Lucia Musetti insieme al figlio Guido è al comando dell'azienda mantenendo inalterato quell'amore per il caffè che ha da sempre contraddistinto le scelte della famiglia Musetti, conservando le proprie radici, rispettando le tradizioni e cogliendo ciò che ti utile può offrire l'innovazione ed il futuro.


Ringrazio la ditta per avermi fatto gustare questo splendidò caffè e regalato momenti di vero piacere
vi invito a visitare il loro sito 
e la loro pagina FB

Come sempre spero di esservi stata utile




2 commenti:

  1. mi sembra ottimo questo caffè

    RispondiElimina
  2. adoro il caffè, in tutti i modi ma di questa marca non ne avevo mai sentito parlare, mi piace sperimentare gusti nuovi credo proprio che lo proverò

    RispondiElimina